La sfoglia

sfogliaLa Sfoglia, tipica del territorio emiliano, preparata dalla razdora la domenica, è un impasto tutto sommato semplice ma, dalla lavorazione sapiente.

Utilizzata principalmente per preparare i Cappelletti in Brodo, denominazione tipica carpigiana, che in città come Modena e Bologna vengono chiamati Tortellini.

Gli ingredienti per la preparazione sono: 1 uovo ogni etto di farina e un pizzico di sale. Si setaccia la farina sulla spianatoia e si forma la classica fontana col buco al centro, nel quale mettere le uova e il sale. Iniziare sbattendo le uova al centro della fontana di farina, con una forchetta, e continuare incorporando farina con le dita.

pasta

Proseguire lavorando, poi, l’impasto con le mani per una ventina di minuti, amalgamando bene il tutto e cospargendo, di tanto in tanto, la spianatoia di farina per far staccare il composto fino ad ottenere un impasto sodo, liscio ed omogeneo.

piatti-di-pasta

Lasciare riposare poi l’impasto per una mezz’ora, coperto da un telo di cotone, poi rimpastare ed infine tirarlo sapientemente col mattarello, oppure con la macchinetta per la pasta con i rulli in legno ma, non sarebbe comunque la stessa cosa. Ottenuto uno spessore molto fine e senza strappi, si dà alla pasta la forma che ci serve: per tortellini, per lasagne, per cappelletti, le tagliatelle, i tagliolini, i maccheroni tirati col pettine, ecc…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *